DISCIPLINE

krav maga
L’A.I.D.T. si avvale delle pratiche del Krav Maga: un sistema di tecniche di combattimento nato in Israele nella prima metà del XX secolo.
Nella pratica, il Krav Maga si traduce in un’impostazione mirante alla neutralizzazione dell’aggressore.
Il Krav Maga è veloce e semplice da imparare. La sua caratteristica principale è la sua estrema adattabilità: questo sistema intende prescindere dall’età, dal sesso e dalle condizioni fisiche del praticante. Le sue radici affondano in diverse arti marziali o sistemi di combattimento.

_________________________________________________________________________________________

dpf

I rapidi mutamenti della società degli ultimi anni hanno portato a una sempre maggior parità dei sessi in ogni campo professionale e non. Allo stesso tempo occorre adeguarsi quando si vuole parlare di difesa femminile.
La D.P.F. – Difesa Personale Femminile – è modellata su allenamenti semplici e tonificanti per ragazze e donne di qualsiasi età. Basata sui principi costitutivi del Krav Maga, vale a dire efficacia ed adattabilità, se ne allontana per via di un’impostazione caratterizzata da una minore aggressività in virtù di una maggiore cura della propria incolumità.
Si insegnano anche semplici e basilari accorgimenti strategici che possono risultare indispensabili per evitare minacce potenziali o reali.
_________________________________________________________________________________________

box de rue

I sistemi di allenamento dell’A.I.D.T. comprendono anche la pratica della Boxe de Rue, un metodo francese che unisce la difesa personale da strada alle tecniche proprie della boxe e della Savate.
Le origini di quest’arte fanno capo al francese Robert Paturel, che l’ha ideata e codificata nel 2002.
La sua metodologia desta l’interesse delle forze dell’ordine, che lo inquadrano come istruttore e formatore dei corpi speciali e della Gendarmerie.
Il suo nome è legato, oltre che alla creazione della Boxe de Rue, all’introduzione in Francia dell’uso del Tonfa.

_________________________________________________________________________________________

military defence

La ricerca continua di nuove e migliori metodologie e pratiche di difesa personale è figlia del parallelo mutamento nella società, negli ambienti urbani e, non ultimo, nella legislatura italiana.
Tenendo presente questo, il Presidente dell’A.I.D.T. Alessandro Gigante ha concepito e sviluppato il Military Defence System.
L’M.D.F. si avvale anche delle pratiche del Krav Maga, si configura come una miscela di rigorosi condizionamenti fisici, addestramento con armi da fuoco, addestramento alla sopravvivenza, pronto soccorso avanzato e difesa personale.
Il programma dell’M.D.F. è stato stilato e codificato con l’ausilio indispensabile di specialisti  militari, esperti di grande livello riconosciuti in ambito nazionale e internazionale (istruttori militari, formatori delle unità speciali con 30 anni di esperienza) che,  sotto la sua direzione, si occupano della formazione del personale.

_________________________________________________________________________________________

Figlio diretto del Progetto ZEUS è il corso di T.O.D.  – Tiro Operativo Dinamico.
Questo sistema di allenamento mira ad approfondire la conoscenza dell’arma da fuoco, corta e lunga.
Per la sua natura, il T.O.D. è riservato agli Operatori Professionali.
Il corso di T.O.D. fornisce competenze tecniche e balistiche sulle armi in dotazione, nonché conoscenze riguardanti le normative per l’uso, il porto e la detenzione di armi.
Gli allenamenti vengono effettuati da istruttori qualificati ed esperti del settore, presso poligoni autorizzati.

_________________________________________________________________________________________

Il Krav Kids si avvale di efficaci metodologie di allenamento mutuate dai più recenti studi di pedagogia motoria. Gli incontri – poiché non si può parlare di vere e proprie lezioni dato il target dei discenti – sono caratterizzati da un’impronta ludica che mira a far conoscere al bambino i principi dell’attività motoria.

Riservato ai bambini dai 6 ai 14 anni, sviluppo fisico con approccio ludico alla difesa personale, stimolazione varia e multilaterale delle capacità condizionali e coordinative.
_________________________________________________________________________________________

Sistema di combattimento agonistico coi i bastoni
_________________________________________________________________________________________

All’interno dell’A.I.D.T. trova spazio un’iniziativa pensata appositamente per gli Operatori della Sicurezza. Si tratta del cosiddetto Progetto ZEUS, il cui fine ultimo è migliorare la professionalità degli operatori attraverso un peculiare addestramento specialistico.
Tali allenamenti operativi si basano su simulazioni e tecniche operative realistiche.
Il Progetto ZEUS mira a fornire il know-how per i futuri Operatori di Sicurezza. L’addestramento prevede tecniche di tiro operativo dinamico, tecniche di sicurezza attiva e passiva.
Il Progetto ZEUS prevede anche una parte teorica, che va a toccare argomenti quali:

  • Studio di nuove tecnologie in campo investigativo, con supporti e prove pratiche del materiale in libera vendita;
  • Conferenza con specialisti militari e di polizia nazionali ed internazionali, sulle capacità operative e sulle diverse legislazioni europee